Facebook Reactions: cosa cambiano davvero?

reactions facebook

reactions facebook

Dopo tanto parlarne, anche noi avevamo scritto un post lo scorso novembre, sono arrivate ufficialmente, disponibili per ogni account italiano, le Facebook reactions. Attive sia in versione desktop che mobile, le reactions rappresentano, almeno per gli addetti ai lavori, un nuovo elemento in quella che può essere considerata “guerra pubblicitaria”.

Facebook reactions sì o no?

Tralasciando l’aspetto più ludico legato al semplice metter il like, o meglio la faccina ad uno status oppure ad un foto/video post, le Facebook reactions possono diventare degli utili strumenti per la profilazione del target. Non esisterà il tasto “non mi piace”, ma possiamo esprimere comunque uno stato d’animo negativo in riferimento a prodotti, situazioni o servizi, possiamo far capire di essere tristi o arrabbiati, solamente con un click.

I nuovi arrivati sulla piattaforma social offrono a brand e account un maggior legame emozionale con gli utenti, possono rappresentare importanti strumenti di engagement e fanno capire meglio l’opinione davanti un evento. Il “semplice” like non èabbastanza per esprimere il sentimento reale nei confronti di quanto scrivono o pubblicano i nostri amici (o le pagine di cui siamo fan)? Bene, il buon Mark introduce le reactions.

Queste faccine potrebbero avere conseguenze anche sul modo in cui si commenta un contenuto. Se prima si accompagnava il “mi piace” con un commento integrativo che spiegava meglio la nostra opinione, ora scegliere l’espressione visiva giusta potrebbe bastare, anzi potrebbe bastarci. Dovremo dire addio ai commenti? Probabilmente no, ma non dobbiamo dimenticare la differenza tra commenti e like. I primi possono essere nascosti o rimossi, per un motivo o l’altro, come nel caso in cui recassero offese. Le reactions una volta messe non le toglie nessuno, se non l’autore. Social media manager siete pronti?

Spaventati? Felici? Beh, potete commentare il nostro post con una faccina, ma di quelle classiche, qua le Facebook reactions ancora non ci sono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *