12 anni di Facebook, ecco il #friendsday

compleanno facebook friendsday

Era il 4 febbraio 2004 quando un giovanissimo Mark Zuckerberg, insieme a dei compagni di università, Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz e Chris Hughes lanciarono la piattaforma. Dopo 12 anni, 1,6 miliardi di utenti, Facebook si conferma essere il social network per eccellenza, l’inossidabile punto di ritrovo, di commercializzazione e di socializzazione più utilizzato al mondo.

In occasione del compleanno, il fondatore ha lanciato il #friendsday, come lui stesso ha spiegato con un post sul suo profilo lo scorso gennaio:

compleanno fb post zuckerberg

“Il quattro febbraio è il dodicesimo compleanno di Facebook. Il nostro anniversario significa molto per me come opportunità per riflettere su quanto siamo cresciuti come community. Quando ho scritto il primo codice per Facebook nel gennaio 2004, speravo che avrebbe aiutato gli studenti della mia università a connettersi e diventare un gruppo unito. Oggi, più di 1 miliardo e mezzo di persone, in ogni parte del mondo, usa Facebook per rimanere in contatto con amici e famigliari. I gesti di amicizia, amore e gentilezza che condividiamo su Facebook cambiano il mondo ogni giorno, in modi che non possiamo comprendere appieno. Spesso l’amicizia diventa una forza che porta la nostra vita verso un nuovo cammino. Qualche volta l’amicizia muove il mondo. Il 4 febbraio spero che vi unirete a me per festeggiare il #friendsday, un momento per celebrare le amicizie che hanno fatto la differenza nella tua vita. Se avete una storia di amicizia, mi piacerebbe ascoltarla. Condividete i vostri ricordi con me commentando questo post. Leggerò quanto più messaggi possibili!”

Per condividere il vostro video, basta accedere a Facebook, troverete vari messaggi del social network stesso che vi inviterà a cliccare per guardarlo in anteprima e poi, magari dopo aver apportato qualche modifica, a pubblicarlo sul vostro profilo. Ovviamente racchiude solo una parte della vostra vita condivisa sulla piattaforma, ma in alcuni casi tira fuori fotografie e persone che sono state speciali, o che, per i più fortunati, sono ancora àncore essenziali della nostra quotidianità.

Per scoprilo correte su Facebook, e come ha detto il buon Mark, se avete ricordi che volete raccontarci, scrivete nei commenti. Noi, vi leggeremo tutti!

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *