Come fare personal branding su Linkedin in 5 mosse

come fare personal branding su linkedinTra tutti i social network a nostra disposizione, LinkedIn rimane quello più professionale e mirato al settore job. Non va confuso con una versione digitale del nostro CV. LinkedIn va a supporto della nostra esperienza professionale e delle nostre competenze, come una vetrina digitale per farci conoscere meglio. Il nostro profilo deve essere, però, completo e di qualità, altrimenti perde ogni efficacia. TI invitiamo a leggere anche l’articolo sugli errori da non commettere su Linkedin 😉

Possiamo fare personal branding su LinkedIn?

Ci sono delle accortezze che possono ampliare il buon utilizzo di questo social network, che dovremmo seguire e non scordare mai, ne abbiamo raccolte 5 in questo articolo:

1. Immagine del profilo. La nostra foto va inserita, sempre. Ogni social che si rispetti deve essere istantaneamente riconducibile a noi, e il primo contatto lo si ha con l’immagine che mettiamo. La leva “metterci la faccia” è d’obbligo anche (e soprattutto) sui social network e LinkedIn non fa eccezione. Da evitare gli scatti presi da momenti goliardici tra amici, in cui magari ritagliamo la nostra faccia oppure oscuriamo quelle di amici, ma anche le foto troppo impostate e seriose. Formali sì, ma comunque sereni. Sconsigliati anche vestiti troppo succinti ed eventuali selfie in bagno. Un bel sorriso spontaneo è sempre la chiave di successo.

2. Informazioni complete. Ogni voce nel proprio profilo esiste per un motivo. Passino le voci più specifiche come eventuali pubblicazioni oppure cause benefiche (fattori molto importanti però in mercati come quello statunitense), le altre informazioni vanno riempite. Non basta scrivere le esperienze lavorative e le proprie competenze, pensate anche ad un testo introduttivo che vi presenti agli utenti, che tocchi il vostro percorso professionale e personale e che vi rappresenti. Perdete un po’ di tempo, ma vedrete che sarete premiati.

3. Segui i tuoi interessi. Che si tratti di un’azienda specifica oppure di una fascia di mercato, è importante collegarsi con i gruppi e i professionisti inerenti i nostri interessi. LinkedIn è fatto di legami, intrecci e conoscenze, una catena di persone con i medesimi interessi che interagisce digitalmente, prima e di persona poi.

4. Url personalizzato. Come in altri social, l’url personalizzato è uno strumento importantissimo per la vostra immagine e il vostro personal branding. Voi non siete un account numerico tra centinaia di profili senza personalità, siete Nome e Cognome e avete dedicato del tempo e impegno alla costruzione della vostra immagine. Credete in voi stessi come credete nei progetti che realizzate o realizzerete. L’url dice molte più cose di voi di quanto non pensiate, rendetelo unico e vostro.

5. Aggiornamenti continui. Non basta compilare il proprio profilo e poi aspettare che esso funzioni da solo. Iscriversi senza mantenere costanti gli aggiornamenti dà al nostro account un’aria stantia e ferma, l’opposto di quello che dovrebbe trasmettere un social network. La rete è viva e sempre in evoluzione, facciamolo anche noi.

E  tu come curi il tuo personal branding!? Stai già usando Linkedin? Scrivicelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *